paralleli-awingu

Corel acquisisce Awingu per accelerare la sua offerta di spazio di lavoro remoto sicuro. Leggi di più

Analisi dei dati: COVID-19 ha aumentato l'uso di Awingu con 300%

Gli apparecchi Awingu sono dotati di un Segnalazione anonima dell'uso (AUR) funzione. Questo riporta dati anonimi sull'utilizzo della piattaforma Awingu. Un (piccolo) sottoinsieme dei nostri clienti ha questo attivo. Tuttavia, abbiamo abbastanza dati per parlare di intuizioni rilevanti. Come potete immaginare, monitoriamo da vicino questi dati, in quanto ci danno intuizioni su come il prodotto viene utilizzato, e ci aiutano a navigare nella roadmap di Awingu. In questo post sul blog, confronterò alcuni dati di gennaio 2020 con quelli di aprile 2020. Un intervallo di 100 giorni (circa), ma che ha ospitato uno degli eventi più dirompenti dei tempi moderni: l'epidemia di COVID-19 e i successivi blocchi. Daremo un'occhiata a come questo evento ha influito sull'uso di Awingu.

Sì, Awingu fa un software che aiuta le imprese a lavorare in remoto. Quindi c'è un adattamento naturale con il lavoro a domicilio... che è stato fatto molto durante la chiusura. Awingu ha visto un triplo aumento dell'uso. Dai nuovi clienti, ma anche dai clienti esistenti che hanno aumentato l'uso. Questo è sicuramente guidato da BYOD (Bring Your Own Device) e WFH (Work From Home, o semplicemente Homeworking). Diamo un'occhiata ad alcune delle intuizioni e dei cambiamenti.

1. Adozione del BYOD

Awingu non era solo usato a distanza o a casa prima di Corona. Era - ed è ancora - anche un modo per ottenere l'accesso alle risorse 'Server-based Computing' all'interno di una rete aziendale. Spesso, questo accesso era su dispositivi gestiti o almeno su dispositivi forniti dall'azienda (il che non significa necessariamente che sia gestito).

Guardiamo il cambiamento nei dispositivi che vengono utilizzati. I dispositivi basati su Microsoft Windows non vedono troppi cambiamenti. Gli Chromebook hanno perso la quota Awingu da 7% a 3% - questo in contraddizione con la tendenza che abbiamo visto nel 2019: un forte aumento dell'utilizzo degli Chromebook. Questo 3% è ancora 7 volte superiore alla quota di mercato complessiva del sistema Opera di 0,42% riportata da netmarketshare.com.

Contrariamente ai Chomebook, nello stesso periodo, i Mac di Apple sono stati utilizzati quasi il doppio: dal 5% al 9% dei dispositivi utilizzati eseguivano MacOS. Questo è abbastanza in linea con la quota di mercato complessiva del sistema Operating dei dispositivi Mac (9.41% nel periodo giugno 2019 - maggio 2020, secondo netmarketshare.com). L'uso dei Mac è ancora prevalentemente una cosa da consumatori, il che conferma la crescita dell'adozione del 'BYOD' e del 'WFH'.

Awingu AUR: quali sistemi operativi utilizzano gli utenti finali di Awingu?

Individuiamo tendenze simili nei browser che vengono utilizzati. Anche qui, un quadro diverso è stato dipinto in aprile rispetto a gennaio. Chrome rimane sicuramente il browser dominante con 61,2% (contro 57,9% in febbraio). Ma dove il browser legacy 'Internet Explorer' aveva ancora quasi 10% di utilizzo in gennaio, questo ora si è ridotto a 6.2%. Il nuovo browser di punta di Microsoft, Edge (che è anche basato su Chromium in questi giorni) è cresciuto da 9.4% a 17.9%.

La mia ipotesi è che i computer di casa hanno in genere sistemi operativi (e browser) più nuovi di quelli di alcune aziende.

Awingu AUR: quali browser usano gli utenti finali di Awingu?

2. Azure e VMware conducono rispettivamente nel pubblico e nel privato cloud

Come ci si poteva aspettare negli hypervisor privati cloud, vediamo una quota di mercato dominante per VMware ESX un hypervisor; ESX è usato come hypervisor su 72% di apparecchi virtuali Awingu (aprile 2020) che viene da 68% (gennaio 2020). Nel 2e posizione è Microsoft HyperV. Nutanix guadagna 3rd posto come salti sopra Citrix XenServer, anche se la quota di mercato di 2% è ancora piccola.

Durante il blocco, i nostri nuovi clienti hanno distribuito Awingu principalmente in data center privati, estendendo il loro modo di lavorare esistente. Sapendo che un sacco di nuovi utilizzi erano focalizzati sul dare accesso remoto e BYOD ai desktop dell'ufficio, questo aveva molto senso (leggi di più su questo caso d'uso qui). Nel corso del tempo, come queste organizzazioni inizieranno ad adottare più Server Based Computing, VDI o DaaS, che ovviamente si sposterà verso cloud pubblici o cloud gestiti da MSP.

Awingu AUR: apparecchi virtuali Awingu distribuiti in cloud privato

Quando i clienti distribuiscono Awingu su un cloud pubblico (IaaS), quasi 4 su 5 useranno Azure come piattaforma di scelta. Google GCP e Amazon AWS si dividono il restante 21%. Questi numeri non hanno visto troppo impatto COVID-19.

Awingu AUR: apparecchi virtuali Awingu distribuiti in pubblico cloud

Come logicamente ci si poteva aspettare, molte organizzazioni private e pubbliche hanno impostato la loro organizzazione per lavorare "#WFH". (in remoto da casa). Questo tipicamente implica una configurazione dedicata nel centro dati del cliente. La pandemia COVID-19 ha anche spinto il consumo dei nostri partner MSP (Managed Service Provider) e ISV (Independent Software Vendors). Questi usano Awingu in una configurazione multi-tenant (cioè più dei loro clienti finali accedono alla stessa e condivisa piattaforma Awingu). Circa 1 su 5 Awingu è usato in un modo multi-tenant e questo rimane relativamente invariato. Non solo la quota dei partner MSP/ISV è rimasta stabile, ma hanno anche visto una notevole crescita nel loro utilizzo.

Leggi tutto su come gli MSP possono sfruttare Awingu con Awingu-as-a-Service e Workspace-as-a-Service qui.

Awingu AUR: piattaforme virtuali Awingu divise in base all'uso

3. L'utilizzo delle applicazioni è cresciuto con il 33%

Nel mese di aprile, un apparecchio virtuale Awingu è stato collegato a una media di 30,8 applicazioni. Una "app" può essere un desktop remoto, un'applicazione pubblicata (Remote App) o un'applicazione web che gira attraverso l'Awingu Reverse Proxy. Per evitare confusione, le applicazioni che sono distribuite in un full desktop/remote desktop non vengono contate; in questo caso solo il desktop remoto/full desktop viene conteggiato come 'app'.

Abbiamo già osservato una crescita di 13% nel numero di applicazioni connesse quando abbiamo confrontato gennaio 2019 con gennaio 2020. Ad aprile 2020, una piattaforma Awingu (o meglio, tenant) era collegata a 30,8 applicazioni. Si tratta di una crescita di 33% in soli 3 mesi. Durante questo periodo i clienti esistenti (e nuovi) hanno esteso il loro utilizzo. Nuovi gruppi di utenti, e quindi altre applicazioni, sono stati dotati di Awingu. Gli utenti si sono anche attrezzati per lavorare da casa per un periodo di tempo più lungo, dove questo poteva essere meno strutturale in passato.

Awingu AUR: numero medio di applicazioni per apparecchio virtuale

Ciò che è interessante è se guardiamo la distribuzione nel tipo di applicazioni. Qui vediamo un grande spostamento a favore dell'accesso remoto Desktop. L'accesso basato su RemoteApp si è ridotto da una quota di 70% a 40%. Nell'accesso remoto Desktop, troverete l'accesso desktop completo ad un ambiente Windows Server (Server Based Computing) così come l'accesso remoto ai desktop locali. Abbiamo visto che la domanda per quest'ultimo caso d'uso è aumentata significativamente da parte di account nuovi ed esistenti.

L'uso del reverse proxy di Awingu (per applicazioni web) è relativamente piccolo ma sta crescendo bene. È stato introdotto solo nella versione 4.0 di Awingu. Nell'aprile 2020, già 1 cliente su 5 stava usando il reverse proxy di Awingu. Questo è un aumento di 8% rispetto a gennaio 2020. Il numero di applicazioni collegate in Awingu è ancora piccolo con 2% del mix totale. Ovviamente, l'aumento dell'accesso Remote Desktop copre indirettamente l'accesso a intranet e applicazioni web interne attraverso un percorso diverso.

Awingu AUR: distribuzione del tipo di app

4. La consapevolezza della sicurezza sta crescendo: 28% più uso di MFA

Ora non è il momento di essere tentati di usare soluzioni insicure di lavoro a domicilio" è il titolo di un post sul blog che ho scritto nel cuore della crisi del COVID-19 (17 marzoil, 2020). In soli 3 mesi, l'uso di MFA (Multi Factor Authentication) è cresciuto da 38,3% (gennaio 2020) di implementazioni a 49% (aprile 2020), mostrando un aumento di 28% in 3 mesi. Questo numero esclude i clienti che stanno utilizzando MFA tramite il loro IdP esterno (Okta, Azure AD, ..), quindi il numero totale di clienti Awingu che utilizzano MFA è superiore a 49%.

Un punto di confronto: a ottobre 2019, 8% di Microsoft Office 356 implementazioni erano protette con MFA (dati: Microsoft Partner Spring Connected, marzo 2020). Rispetto a 8%, 49% è un ottimo numero e siamo soddisfatti del recente aumento dell'adozione. Continueremo a lottare per portare questo numero fino a 100%.

Se guardiamo i dettagli, è chiaro che i gusti MFA integrati di Awingu sono i più usati: TOTP (Time-based One-Tine Password) con 38% e HOTP (Hashed One-Time Password) con 50% sono i più popolari e sono entrambi in crescita. La MFA basata su TOTP è stata introdotta nel giugno 2019 (come parte di Awingu 4.2) e ha coltivato un tasso di adozione molto rapido. Accanto alle soluzioni MFA integrate di Awingu, 12% delle implementazioni MFA utilizzano una soluzione diversa che non è integrata. Duo Security di Cisco è in testa con 7%. Il restante 5% include clienti che usano Azure MFA, RADIUS, SMS Passcode, ecc. Come detto, i clienti che usano un IDP esterno possono usare l'MFA per questa via. Anche questi sono esclusi dalla panoramica sottostante (poiché non possiamo sapere con certezza se stanno usando l'MFA).

Awingu AUR: tecnologia MFA utilizzata
L'autore
piazza arnaud
Arnaud Marliere

Responsabile vendite e marketing

Tabella dei contenuti
Vuoi saperne di più su Awingu?
Questo sito web utilizza i cookie. Leggi la nostra trasparenza politica dei cookie!